Dintorni

L’Agriturismo gode di una posizione strategica poiché si trova a 25 km a sud di Milano (SS 412 Valtidone), a 10 km circa dal casello A1 di Lodi e a 18 km dall’uscita di Castel San Giovanni (autostrada Torino-Piacenza-Brescia). Le città di Lodi e Pavia distano circa 16 km; l’aeroporto di Linate si trova a 30 minuti circa di macchina e anche gli aeroporti di Malpensa e di Orio al Serio sono facilmente raggiungibili. La struttura è posta a 1 km dal centro del paese di Villanterio che è facilmente raggiungibile anche in bicicletta utilizzando le strade interne alla proprietà.

Milano

Per informazioni:
www.turismo.milano.it

 

Un viaggio a tappe nei momenti storici più significativi della città. Tra invasioni e battaglie, signorie e grandi artisti, Milano ha sviluppato ed esteso i propri orizzonti, fino a diventare oggi un centro economico di richiamo internazionale, capitale della moda e del design italiano. In centro a Milano non perdete la visita al Duomo e a San Maurizio al Monastero, la Cappella Sistina di Milano. Il Castello Sforzesco è l’altro simbolo della città. Dopo una passeggiata a Brera visitate la Pinacoteca. Continuando con l’arte visitate il Cenacolo Vinciano, per poi proseguire in una passeggiata dai Navigli a Porta Romana, passando per la Darsena. In zona navigli non perdete la visita al Vicolo Lavandai, vi sembrerà di fare un salto indietro nel tempo, agli anni ’50.

Pavia

Per informazioni:
www.visitpavia.com

 

La città si trova nel mezzo della pianura pavese, famosa per la coltivazione del riso, mentre l’Oltrepò è zona collinare, perfetta per il vino tanto da diventare un’area DOC, cioè a Denominazione di Origine Controllata. Anche lungo le rive del Ticino troverete attività per tutta la famiglia. Chi ama il trekking o la mountain bike ha a disposizione decine di sentieri da percorrere.

Certosa di Pavia

Per informazioni
www.certosadipavia.com

 

Un accostamento di stili che trova equilibrio nelle bellezze dei marmi, delle pitture e delle decorazioni che Gian Galeazzo Visconti fece innalzare a Pavia nel 1396 chiamando i più noti architetti e artisti dell’epoca. Sul candore marmoreo della facciata, screziata di di rosa e verde antico, schiere di scultori e architetti hanno disegnato una preziosa pagina miniata di profili di angeli e monarchi, di formelle traboccanti di plastiche figure, di statue di santi, patriarchi e profeti; hanno infilato lo scalpello anche dietro le colonne e nelle pieghe più sottili dei pilastri ma hanno risparmiato il registro superiore per ricamarvi ariose loggette che consentissero alla loro creatura di respirare.

Lodi

Per informazioni:
www.turismolodi.it

 

La città di Lodi lega le sue origini alla distruzione della romana Laus Pompieia, avvenuta nel 1111 e nuovamente nell’Aprile 1158 ad opera dei Milanesi. Il 3 agosto 1158, Lodi venne rifondata dall’imperatore. Cuore del centro storico è la splendida Piazza della Vittoria, di forma quadrangolare, su cui si affacciano importanti monumenti a partire dall’età medievale.

Lodi Vecchio

Per informazioni
www.comune.lodivecchio.lo.it

 

A Lodi Vecchio sorgeva dal 600 a.C. uno dei primi centri delle popolazioni di origine celtica che dimoravano nella pianura padana. Il comportamento territoriale del lodigiano risalente al Cinquecento vede, nello Stato di Milano, la presenza di alcune realtà che sarebbero poi entrate a pieno titolo a costituire quello che è l’odierno territorio comunale di Lodi Vecchio.Dopo la seconda guerra mondiale Lodi Vecchio ha conosciuto un forte sviluppo demografico ed economico.

Piacenza

Per informazioni:
turismo.provincia.pc.it

 

Piacenza e la sua provincia, un territorio da vedere e da scoprire nella sua completezza, luogo in cui l’arte e la cultura abbracciano la tradizione enogastronomica, dove la magia dei borghi storici si incontra con l’incanto di antichi manieri e diventa pura scoperta e relax se innaffiata dai vini D.o.c. dei colli piacentini e sublimata dai sapori intensi e delicati dei piatti tipici del territorio.

Sant’Angelo Lodigiano

Per informazioni
www.comune.santangelolodigiano.lo.it

 

Feudo del vescovado di Lodi nel XII sec., passò poi ai Visconti e Regina della Scala, moglie di Bernabò, vi fece erigere un poderoso castello (1370). Il castello costituisce ancora oggi l´edificio di maggior prestigio del paese ed è una delle rocche meglio conservate di tutta la Lombardia. Vi hanno sede un museo con collezioni archeologiche, quadri e ceramiche e il Museo Lombardo di Storia dell’Agricoltura.

San Colombano al Lambro

Per informazioni
www.turismosancolombano.it

 

Le origini di San Colombano al Lambro si perdono nelle nebbie della protostoria, riconducibili all’arrivo di stirpi primitive stanziatesi nelle paludose pianure ai lati del Po.Si tratta di località balzate alla luce in senso etnico, storico e anche geografico , con l’arrivo delle tribù galliche che invasero la pianura Padana. Le Fonti minerali e le colline sono meta di visitatori, in gran parte milanesi in cerca di svago. Nel Borgo sono attivi un teatro, due alberghi e numerose locande con ricovero per gli animali da tiro. Oggi il Borgo Insigne, per il suo ambiente, la sua storia, le sue tradizioni, i suoi monumenti, la sua economia, rappresenta una comunità che si apre al futuro con grandi prospettive.